Lothar Mattaeus

 

  Prima parte

  Seconda parte

 

 

 

Lothar Matthäus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lothar Matthäus
Ingrandisci
Lothar Matthäus

Lothar Herbert Matthäus (Erlangen, 21 Marzo, 1961), è un calciatore tedesco.

Si è affermato in bundesliga (il campionato tedesco di serie A) nel 1979 e già nel 1980 apporta un valido contributo alla sua nazionale campione d'europa. Nel 1984 viene comprato dal Bayern Monaco, la squadra più blasonata di Germania, con la quale vince tre campionati. Nel 1986 è il leader della nazionale tedesca ai mondiali persi in finale contro l'Argentina di Maradona, che neutralizzò marcandolo a uomo per tutta la partita. Impostosi come il più forte giocatore europeo di quel periodo divenne l'oggetto del desiderio di molte squadre ma fu l'Inter ad acquistarlo nel 1988.

Nel periodo interista raggiunse l'apice della propria carriera diventando la stella della squadra e svolgendo un ruolo fondamentale per la conquista dello scudetto dei record, lo scudetto che l'Inter vinse nel 1988-89 con 58 punti in 34 partite e che tuttora è un record per i campinati italiani a 18 squadre e 2 punti per vittoria, segnando il goal decisivo nello scontro diretto con il Napoli di Maradona (Inter-Napoli 2-1), soprattutto grazie a Giovanni Trapattoni (l'allenatore dell'Inter) che ne modificò parzialmente la posizione in campo riuscendo così a valorizzarlo. Nel 1990 fu il capitano e il trascinatore della Germania campione del mondo ad Italia '90, con la quale mise in mostra tutto il suo repertorio, al punto che venne eletto miglior giocatore del mondiale e a fine anno ottenne il Pallone d'Oro.

Giocava con la maglia numero 10 interpretando contemporaneamente ruoli di copertura e di regista a centrocampo dimostrandosi più completo degli altri grandi numeri 10 della storia, dotato di grandi doti fisiche e soprattutto di un tiro eccezionale per potenza e precisione che lo rendeva uno specialista dei calci piazzati, per contro era eccessivamente metodico nel suo gioco peccando così di fantasia. Nel 1991-92 arrivò ad allenare l'Inter Orrico con il quale Matthaus ebbe delle diatribe, in seguito si infortunò gravemente ad un ginocchio e per questo motivo l'Inter lo cedette al Bayern Monaco, convinta che fosse finito.

Matthaus disputò ancora molte ottime stagioni smentendo così l'Inter. Successivamente venne impiegato come difensore libero in nazionale con la quale disputerà ancora 2 mondiali da titolare fisso stabilendo così il record di partite disputate nel campionato del mondo. Nel 2000 è passato ai New York Metrostars ed in seguito a quella stagione diede l'addio al calcio professionistico iniziando nel contempo l'attività di allenatore con l'unico rammarico di non aver mai vinto la coppa dei campioni che perse per ben tre volte in finale.

Con la nazionale tedesca gioca per esattamente vent'anni (da giugno 1980 a giugno 2000) collezionando la cifra record di 150 presenze (solo 6 giocatori al mondo, con altre nazionali, hanno fatto meglio!) segnando anche 23 reti.

 

Trofei

 

 

 

 

HOMEPAGE

 

Se in questi sito dovesse venir violata alcuna forma di copyright o leso alcun diritto d'autore siete pregati di farlo presente al webmaster mail jackxaus@katamail.com che provedderà ad eliminare il suddetto materiale, faccio presente che la maggior parte di filmati sono situati in siti non di competenza  del webmaster che si può limitare ad eliminare il collegamento.